27.08.2017Giampiero Mauri se n’è andato. Nella notte fra il 23 e il 24 agosto 2017, poco dopo la mezzanotte. Aveva compiuto 70 anni da un mese esatto.
Riteniamo doveroso ricordarlo con le parole lette a nome di tutti i collaboratori di Giardina Group durante le sue esequie.

Ciao Giampiero,
come al solito sei riuscito a sorprendere tutti anche questa volta. Speravamo di averti qui ancora per un po, giusto per vedere il tuo Giardina Group diventare ancora più grande… E invece….
Tutti noi, chi più chi meno, abbiamo avuto la fortuna di stare al tuo fianco e di assorbire parte delle immense energie positive che sprigionavi in ogni minuto della tua giornata, senza mai chiedere nulla in cambio. Sei stato un uomo assolutamente eccezionale, con pregi e difetti che ti hanno comunque reso quello che sei stato per noi e per tutti: una forza della natura, capace di andare oltre qualsiasi ostacolo, superando mura che avrebbero fermato chiunque altro….
Due doti, in particolare, ti hanno reso un esempio: la tua generosità e la tua capacità di aggregare le persone, di fare squadra nella vita, nel lavoro, nello sport…. Il prossimo, gli altri venivano prima di tutto, ma in modo sano, autentico, senza teatralità. Volevi restare per ultimo e ne eri contento.
E sapevi capire cosa gli altri avevano da dare e metterli in luce, esaltando con uno le capacità dell’altro, perché fossero stimolati a fare insieme… ascoltare i propri collaboratori, esaltarne i valori minimizzandone i limiti, magari con qualcuna delle tue “tirate di orecchio”, ci é servito molto.
E quante idee riuscivi a tirare fuori ogni giorno: impossibile stare al passo con te, impossibile avere la tua visione… non eri mai stanco di porti nuovi obiettivi e anche quando ne stavi raggiungendo uno, e tutti noi pensavamo che ti saresti fermato almeno un momento, tu eri già ripartito di gran carriera! E noi lì, a fare il possibile per rincorrerti!
Ci hai insegnato nei fatti cosa significhi lealtá, quanto importante fosse lasciare ogni rancore alle spalle, inutile dispendio di energie…

Conosciamo tutti la tua devozione per la Madonna, che non mancavi di ringraziare per ogni nuovo giorno che iniziava, per ogni sera che tornava…

Oggi siamo qui e siamo sicuri che tu sei felice di vederci cosí, addolorati ma sereni e fiduciosi. Siamo qui, con Riccardo e Stefano, a pensare al coraggio che hai avuto ad accettare, nonostante tutto, di voler creare qualcosa di più grande, impegnandoti da ogni punto di vista in prima persona, nonostante la malattia, pensando – ancora una volta – a quali sarebbero stati i vantaggi per gli altri….

Sei stato un uomo autentico e un imprenditore di razza, come ne sono rimasti pochi. Non possiamo che accettare, con umiltà, il tuo testimone e fare quanto é in nostro potere per portare avanti – insieme alla tua famiglia – ciò che hai voluto e costruito con grande coraggio, sapienza, caparbietà, generosità e con molte rinunce.
Abbiamo la forza di ciò che ci hai insegnato e siamo in tanti a voler condividere questa storia che continua, grazie a te. E sappiamo che tu non sarai mai molto lontano e che basterà guardarci dentro e attorno per ritrovarti, con uno dei tuoi sorrisi…

Ci mancherai, troppo. Ma andremo avanti lo stesso. Promesso!